Risultati

RISULTATI 01

R 01. La creazione di una rete di cooperazione continua per il miglioramento delle competenze professionali degli insegnanti.

RISULTATI 02

R 02. Più di 120 professionisti educativi provenienti dai 3 Paesi coinvolti direttamente nel progetto si scambieranno le loro esperienze e si formeranno ed acquisiranno nuovi strumenti di intervento attraverso l’educazione non formale.

RISULTATI 03

R.03. Le famiglie partecipanti avranno modo di sperimentare ed applicare la formazione ricevuta e beneficeranno del miglioramento delle proprie competenze, dell’apprendimento e della coesione sociale per superare le difficoltà di apprendimento e di comportamento nei loro figli. Il Progetto coinvolgerà più di 400 bambini e le loro famiglie.

RISULTATI 04

R 04. Verranno elaborati i materiali che documentano l’esperienza e consentono il miglioramento delle metodologie nazionali di intervento socio-educativo. Verranno realizzati: 1. un documento con la metodologia risultante dal progetto (modelli di programmazione, relazioni, documentazione didattica). 2. un modello di valutazione e progettazione di nuovi strumenti. 3. DVD di buone pratiche.

RISULTATI 05

R 05. Attraverso le attività che si svolgeranno durante l’orario scolastico nei 3 centri, si ridurranno l’assenteismo, i problemi di apprendimento e i livelli di demotivazione. Il lavoro realizzato e l’esperienza serviranno per promuovere approcci curriculari che modifichino l’offerta formativa dei centri scolastici e mettano in pratica nelle aule i principi sui quali lavoreremo. Il progetto è rivolto a tutti gli studenti delle scuole partecipanti, che hanno alte percentuali di studenti a rischio di esclusione sociale, di origine immigrata e / o Rom.

RISULTATI 06

 R.06 Si creerà un team internazionale stabile e duraturo con i membri delle organizzazioni partecipanti per favorire lo scambio di buone pratiche. Si creerà uno spazio wiki in e-Twinning o web attraverso il quale saranno diffusi i risultati del lavoro svolto a livello locale, regionale, nazionale ed internazionale.

RISULTATI 07

R07. Insieme agli insegnanti, verranno formati e collaboreranno più di 10 artisti che lavorano in ambito educativo, volontari e tirocinanti di facoltà legate al mondo della scuola (psicologia, pedagogia, educazione sociale, sociologia …) grazie ad accordi collaborazione firmati tra le istituzioni partecipanti e le università pubbliche e private.

RISULTATI 08

R 08. Si lavorerà con le famiglie e con la comunità sul genere, sul multiculturalismo, sull’equità e sulla cittadinanza.

RISULTATI 09

R 09. Il progetto verrà diffuso tra le amministrazioni educative di ciascuno dei partner coinvolti, e nell’ambiente dei centri scolastici. Si creeranno gruppi di lavoro in ogni città e si sigleranno accordi tra le scuole e gli altri enti partecipanti. Verrà istituito un gruppo di coordinamento stabile e duraturo tra le organizzazioni partecipanti, che promuoverà lo sviluppo di futuri progetti di scambio europei. Realizzeremo almeno un’azione di diffusione nell’ambito di ciascun comune per anno scolastico (almeno 6 eventi in totale) per divulgare i risultati del progetto e incoraggiare nel numero più alto di soggetti l’esperienza Erasmus +.

RISULTATI 10

R 10. I partecipanti riceveranno una formazione e godranno dei benefici della formazione cosi come degli scambi che verranno realizzati.

RISULTATI 11

R 11. Verrà creata una scuola per le famiglie. Si formeranno i genitori degli studenti dei centri partecipanti, al fine di garantire la loro partecipazione nelle scuole e nella comunità. Verrà realizzato un intenso lavoro con le famiglie sulle abilità sociali, le relazioni familiari, l’uso di linee guida educative, abitudini di studio, tecniche di modificazione del comportamento, in modo da impattare positivamente sulle situazioni di disagio e sull’assenteismo.

RISULTATI 12

R12. Il progetto verrà divulgato al Parlamento Europeo. L’evento di diffusione europea a Bruxelles darà visibilità ai risultati del progetto alla presenza di tutti i partner interessati, giornalisti, rappresentanti diplomatici ed istituzioni europee. L’evento si realizzerà nella Yehudi Menuhin Hall del Parlamento Europeo o nel centro stampa internazionale di Bruxelles. L’evento sarà cofinanziato con fondi propri di ciascun partner.